Chi siamo

Ateleba Sposa e la produzione di Mascherine Filtranti

In seguito a quanto sta accadendo in Italia e nel Mondo a causa della diffusione del virus letale covid 19, noi di Ateleba Sposa e Elena Barba, azienda produttrice a Napoli di abiti da sposa fin dal 1993, abbiamo deciso di impegnarci in questo nuovo progetto di produzione di Mascherine Protettive Personali per offrire la massima collaborazione alle richieste del Governo Italiano.

Il taglio dell'abito da sposa Elena Barba Ateleba Sposa

Le mascherine da noi prodotte vengono denominate “Mascherine Filtranti” ( ai sensi dell’art.16, comma 2, Decreto Legge del 17/03/2020 n.18 )

Le nostre mascherine filtranti sono composte da almeno 3 strati di tessuto, e possono avere anche ulteriori strati di tessuto, aggiunti per arricchire il dispositivo di ulteriore idrorepellenza o filtrazione, piuttosto che esclusivamente per bellezza.

Le caratteristiche della mascherina filtrante del Politecnico di Bari

La Mascherina filtrante non è un DPI e neanche un DM, ma è un dispositivo fondamentale per tutte le persone che escono di casa per proteggersi dalla possibilità di entrare in contattto con persone positive al covid 19 e scongiurare di essere contagiati, oppure evitare di contagiare gli altri nel caso di positivi asintomatici.

Le mascherine chirurgiche ( DM ) proteggono gli altri e non chi le indossa, le mascherine filtranti con valvola ( DPI: FFP2 e FFP3 ) proteggono solo chi le indossa e non le persone con le quali entriamo in contatto, la mascherina filtrante, così come ideata dal Politecnico di Bari, invece ha identiche caratteristiche interne ed esterne, perchè nasce con l’intenzione di proteggere sia chi la indossa, che le persone con le quali si viene a contatto. Questo dispositivo è lavabile e sanificabile con il vapore del ferro da stiro, senza appoggiare mai il ferro sul dispositivo, per evitare di rovinare il tessuto esterno e comprometterne la funzionalità, superando così anche la necessità di doverlo cambiare con uno nuovo ogni giorno.

In questi tristi giorni di Marzo 2020, durante i quali abbiamo assistito alla morte di un numero elevato di persone, alla diffusione del contagio in tutte le nostre regioni italiane e al gran lavoro dei nostri medici e di tutto il personale sanitario che, senza sosta o riposo, hanno continuato ad assistere pazienti e a cercare cure possibili, il desiderio di fare qualcosa che potesse aiutare le persone si faceva sempre più forte.

Si, mancavano e mancano le mascherine di protezione, certo si possono fare con qualsiasi tessuto se non sei un medico o non hai bisogno di un DPI o di un DM, ma quali sono le caratteristiche del contagio del covid? Come si diffonde? Sta nell’aria? Di che barriera abbiamo bisogno per proteggerci quando usciamo? Tutte queste domande mi hanno spinta a studiare tutte le caratteristiche delle mascherine protettive esistenti sul mercato e a cercare una soluzione che fosse reale.

Non è stato facile, anzi direi che è stata la cosa più complessa del progetto. I pochi produttori italiani non riescono a soddisfare tuttto il fabbisogno del paese, ma in 15 gg. ho avuto la fortuna di poter acquistare tutto ciò che mi occorreva per iniziare la produzione di questi dispositvi.

Ho avuto giorni durante i quali mi sono profondamente abbattuta. Non sapevo dove sbatterela testa, i materiali non esistevano da nessuna parte, dall’estero non arrivava nulla, perchè ogni governo aveva chiesto alle proprie aziende di soddisfare prima il fabbisogno interno. Molti neanche rispondevano. Gli spagnoli, invece, hanno rifiutato con tristezza, dovendo anche loro sopperire alle necessità di una nazione che, nel giro di pochi giorni, stava crollando sotto le morti per covid. Javier ed io ci siamo salutati scambiandoci gli auguri di cuore per la nostra gente.

Ho lottato con corrieri che non volevano ritirarmi i prodotti, con allestimenti di laboratorio che non potevo procurarmi, con leggi e norme da studiare e rispettare. Benedetto il web e tutte le possibilità che offre. Senza questa possibilità di comunicazione sarebbe stato tutto diverso.

Finalmente pochi giorni fa siamo riusciti a fare il nostro prototipo ed a sottoporlo a prove interne nostre di resistenza e lavaggio. I risultati sono soddisfacenti, il prototipo è stato più volte modificato per renderlo comodo per quanto possibile e finalmente è pronto. Adesso siamo in produzione.

La nostra autocertificazione e le schede tecniche del prodotto sono disponibili per chiunque desideri valutarne l’acquisto. Puoi farne richiesta alla mail elenabarbasposa@gmail.com o contattarmi dalla pagina contatto.

Il prezzo di vendita esposto nel sito è al pubblico.

Si specifica che queste mascherine NON sono un dispositivo medico (DM) e NON sono un dispositivo di protezione individuale (DPI) ma costituiscono comunque una precauzione per polvere e gocce di liquidi che possono essere ingerite durante una conversazione con un’altra persona vicina.

Elena Barba